Ukraina, il paese che amo, casa madre dei più grandi critici musicali. Ecco un altro pericoloso estremista giustamente messo al bando…

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 15 marzo 2019 alle 14:38

Come non capirli (fermo restando il dubbio che in Ukraina la vodka sia molto forte)…. basti pensare che queste composizioni sono appunto riconducibili a questo signore… Continua »

Scrivi un commento