Tumore del polmone non a piccole cellule avanzato: osimertinib disponibile in Italia per il trattamento in prima linea dei pazienti con mutazione di EGFR

da Salute H24 — 8 gennaio 2020 alle 8:04


AstraZeneca ha annunciato che da oggi in Italia è finalmente rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale anche in prima linea osimertinib, inibitore della tirosin chinasi (TKI) di terza generazione per il trattamento del tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato o metastatico con mutazioni del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFRm). Continua »

AntonioCaperna

Scrivi un commento