Sull’opportunismo estremo di Donald Trump

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 13 settembre 2019 alle 14:47

di Michele Marsonet. Sulla politica estera di Donald Trump si è ormai detto tutto e il contrario di tutto. Il problema principale, com’è noto, è capire se una politica estera trumpiana esista per davvero, o se – come è assai più probabile – le mosse dell’attuale presidente in quest’ambito così importante siano dettate soltanto da una spasmodica volontà di autopromozione. Prendiamo per esempio il caso Conte-Salvini. Tutti erano convinti che il leader della Lega fosse, tra i politici italiani, quello più vicino al cuore del tycoon, e l’accoglienza ricevuta durante la sua... Continua »

Scrivi un commento