Sul neocolonialismo cinese e i dazi di Trump

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 19 gennaio 2019 alle 5:08

di Michele Marsonet. L’espansione economica cinese nel mondo, e particolarmente in Africa, ha indotto molti osservatori a parlare di “neocolonialismo”. Questo perché la Cina usa metodi diversi rispetto alle vecchie potenze coloniali europee. Non occupa territori né impone il proprio modello con la forza militare. Concede invece ingenti finanziamenti affinché i Paesi che ne beneficiano sviluppino, per esempio, infrastrutture che non potrebbero concedersi visti gli alti costi. E’ senza dubbio una strategia intelligente, che ha consentito alla Repubblica Popolare di acquistare un... Continua »

Scrivi un commento