Su Hong Kong l'Occidente tace: ha torto

da Estremo Occidente — 10 giugno 2019 alle 5:55

Quel che accade a Hong Kong è drammatico anche per il silenzio di Trump e di tutto l'Occidente. In passato lo status di Hong Kong veniva considerato come un test per la Cina. Il rispetto dei "privilegi" (leggi: libertà di espressione, Stato di diritto, tribunali indipendenti, habeas corpus) concordati nel 1997 al momento del passaggio dell'isola dal Regno Unito alla Cina, è sempre stato osservato con vigilanza da Washington, Londra, e altre capitali europee. Dalla capacità di Pechino di mantenere quelle promesse, e di seguire la massima "una nazione, due sistemi" (cioè un sistema...

Continua »

rampini_1

Scrivi un commento