Sangue a Hong Kong

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 2 ottobre 2019 alle 13:38

di Michele Marsonet.  A Hong Kong è avvenuto ciò che molti temevano. Dopo settimane di scontri violentissimi tra manifestanti armati di spranghe e bottiglie molotov e forze dell’ordine in assetto anti-sommossa, un poliziotto alla fine si è fatto cogliere dal panico e ha sparato ad altezza d’uomo, ferendo gravemente un giovane che lo caricava brandendo una sbarra di ferro. La vicenda rammenta da vicino alcuni episodi chiave del G8 di Genova. Come si diceva poc’anzi, non era certo difficile prevedere un simile esito. Quando non si rinuncia all’uso della violenza l’incidente... Continua »

Scrivi un commento