Ricominciamo da Di Battista? (2) – Sul perché se Luigi Di Maio consegnasse l’italia ai falchi del PDR e a De Benedetti dovrebbe avere l’onestà politica di dimettersi da capo del MoVimento.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 16 aprile 2018 alle 14:47

  Non sono tempi facili, neppure per Luigi Di Maio! Il problema principale, credo, sia che tutti lo tirano per la giacchetta e così facendo diventa difficile, anche per chi lo ha sostenuto fino a questo momento, capire cosa stia davvero pensando il capo politico dei pentastellati. Il mio onesto pensiero è che Luigi Di Maio sia troppo giovane per resistere alle lusinghe mediatiche di organi di Stampa come “Il Fatto Quotidiano”, e più in generale di tutti i poteri forti che in questi giorni stanno spingendo per l’abbraccio mortale con ciò che resta della corazzata politica più... Continua »

Scrivi un commento