Opa sull’Italia

da Left Wing — 9 gennaio 2017 alle 4:47

Dopo la vittoria del No al referendum del 4 dicembre, l’attacco finanziario all’economia italiana, in corso da tempo, ha conosciuto un’accelerazione. Già il mattino del 5 dicembre l’amministratore delegato francese di Unicredit, Jean Pierre Mustier, annunciava la cessione di Pioneer, asset manager del gruppo con 225 miliardi di euro di risparmio gestito, ad Amundi, società di gestione di Crédit Agricole, terza banca transalpina, respingendo l’offerta congiunta di Poste Italiane e Cassa depositi e prestiti.

L’evento più spettacolare, però, è stato l’avvio di una scalata...

Continua »

Scrivi un commento