La guerra razziale, eredità di Obama?

da Estremo Occidente — 8 luglio 2016 alle 10:22

E' una maledizione che si ripete: Barack Obama arriva in una località straniera, a molte ore di volo da Washington, e la sua partecipazione a un summit internazionale è "dirottata" da una crisi. In questo caso una crisi tutta domestica: la strage di poliziotti a Dallas che stando alle prime ricostruzioni sembra una feroce rappresaglia per le violenze poliziesche contro gli afroamericani. Obama è spiazzato due volte. Anzitutto perché la sua prima reazione (all'una di notte, appena atterrato a Varsavia) era una denuncia del razzismo delle forze dell'ordine, pronunciata quando ancora non...

Continua »

rampini_1

Scrivi un commento