La dittatura dei ‘Diritti Umani’, e i suoi giudici invisibili

da Rischio Calcolato — 6 luglio 2016 alle 22:44

E’ difficile persino identificare la Corte Europea dei Diritti Umani fra  le mostruose fungaie delle ‘istituzioni’ eurocratiche. Spesso la si confonde con la Corte di Giustizia: ma  questa è il tribunaloide della Unione Europea a 28, mentre la CEDU è l’organo morale del Consiglio d’Europa, che ha 47 paesi membri: il che significa per esempio che un giudice azero, turco o georgiano può dire la sua su come – poniamo – la Francia applica i diritti  umani. La CEDU, con sede a Strasburgo, ha il compito di controllare l’applicazione di una Convenzione  “di salvaguardia...

Continua »

Scrivi un commento