La Cina e l’industria bellica americana

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 4 luglio 2019 alle 5:01

di Michele Marsonet. Molti osservatori hanno notato che la guerra dei dazi scatenata da Donald Trump ha indotto i dirigenti di Pechino a considerare con molta maggiore attenzione rispetto al passato le riserve strategiche di “terre rare” di cui la Cina dispone in abbondanza, e delle quali è diventata il principale esportatore mondiale (soprattutto verso Usa ed Europa). Si tratta in realtà di minerali importantissimi estratti per l’appunto dalle suddette terre rare. Basta rammentare, per capirci, che la Repubblica Popolare produce attualmente l’87% dell’antimonio disponibile sul... Continua »

Scrivi un commento