L’Irpef anagraficamente progressiva nel paese crivellato dai proiettili d’argento

da Phastidio.net — 7 marzo 2017 alle 11:20

Approssimandosi la feral scadenza del primo gennaio 2018, cioè il momento in cui verrà meno la decontribuzione temporanea sugli assunti col nuovo contratto a tutele crescenti, il governo “di turno” sta scervellandosi per capire come evitare uno shock sul costo del lavoro che costerebbe carissimo al “miracolo” occupazionale di Matteo Renzi. Ad intervalli più o…

Continua »

Scrivi un commento