Io per fortuna c’ho la camorra: estratto

da Sergio Nazzaro, giornalista e scrittore. — 6 ottobre 2017 alle 13:38

Capitolo: gli eventi che seguono accadono tra le 01.00 e le 02.00

[pullquote]Mangio tutto ciò che è vivo, non certo quello che avvizzisce, e non me ne vergogno, perciò oggi piove miseria. (Alessandro Rak)[/pullquote]

La coca sale su per le narici del naso. È buona. È la regina delle droghe. Per davvero. Prendo respiro e mi adagio sulla sedia di legno a casa di Tonino. Spacciatore del quartiere Traiano. Non molto distante c’è una delle università di Napoli. Qualche strada più giù e molti mondi più in là. Il cuore batte forte, poi comincia a rallentare. Continua »

Scrivi un commento