Impasse des Beaux Yeux – Grucce

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 13 giugno 2018 alle 14:03

Grucce La tristezza ha un moto morbido, un bacio tra le palpebre, il crine che s’inclina verso il petto com’un ombra c’avvolga il cuore. Il suo sguardo ha filtrato le pupille errando da celesti orizzonti, per il naufragio tra le spiagge di catrame alla luce del parto d’un buco nero. Il silenzio del battito del sangue nel mio sentire; mi rende muto e vivo se il suo flusso, per la carezza fumaria d’un’ illusione, dischiude il mio vedere pur per sol disconoscere. Il sonno oggi mi cura dialisi d’una vita epatitica. decembre 2011 Tratto da Impasse des Beaux Yeux (Muse Vol. 4) by... Continua »

Scrivi un commento