Il Paese dei cordogli mirabili, dagli applausi a Formigoni agli occhielli per la dipartita di Marella Agnelli . E a quando un “Fatto” più gramsciano e meno renzista?

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 23 febbraio 2019 alle 15:01

Voglio molto bene al giornale “Il Fatto Quotidiano”. Gliene voglio molto di più da quando, essendomi impegnata in uno studio sul giornalismo italiano, ho visto come è nato e i sacrifici che ha richiesto. Il coraggio che è servito per portare avanti quel progetto. E poi c’è Travaglio che, seppur qualche volta si perde come un bambino tra le dinamiche pragmatiche della politica-vera (vedi il Caso Diciotti), resta il nostro miglior giornalista. Un giornalista con le palle, da rispettarsi e da sostenere sempre e comunque, specie dopo l’ennesima querela renzista. Vero è però che a... Continua »

Scrivi un commento