Il gioco dei “lego biologici”: un nuovo sensore per l’ ossigeno basato su componenti animali, fungini e vegetali

da Salute H24 — 6 dicembre 2018 alle 15:33


Assemblare mattoncini biologici provenienti da organismi diversi per generare nuovi meccanismi molecolari può sembrare fantascienza ma, grazie allo sviluppo della biologia sintetica, l’obiettivo è sempre più vicino: in questo ambito si colloca la realizzazione di un nuovo sensore biologico di sintesi, ingegnerizzato per percepire e per rispondere a variazioni nei livelli di ossigeno nelle cellule e nei tessuti vegetali. Continua »

AntonioCaperna

Scrivi un commento