Il cammino dei perplessi (9) – Dopo i complimenti renzisti, il centro destra festeggia la vittoria: arresti, calci e pugni ai giornalisti. E una domanda a Salvini.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 8 novembre 2017 alle 21:40

“Meglio secondi con i voti degli onesti che primi con i voti della mafia” ha detto domenica scorsa Luigi Di Maio a conclusione della campagna M5S in Sicilia. Dire che il tempo è stato galantuomo nei confronti dei pentastellati è usare un eufemismo: tempo tre giorni e i “vincitori” sono costretti a continuare il “party” nelle patrie galere. A dire il vero però la vergogna più grande in questa particolare situazione non è della mafia ma della Sicilia che non è andata a votare e di tutti gli altri che, dal Nord al Sud della penisola, con le loro farneticazioni, le loro... Continua »

Scrivi un commento