I cinesi investono ancora a Hong Kong

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 27 novembre 2019 alle 12:23

di Michele Marsonet. Dopo lo “tsunami democratico” di Hong Kong, con la schiacciante maggioranza ottenuta ai seggi dai candidati anti-cinesi, era lecito attendersi ritorsioni – anche economiche – da parte di Pechino. Tuttavia la mentalità asiatica è diversa dalla nostra, e lo è in particolare quella cinese che è notoriamente mercantile e sempre molto attenta al tornaconto economico. Ecco quindi un segnale assai importante, che testimonia come l’establishment di Pechino continui a considerare fondamentale la città-isola ribelle. Il celebre Jack Ma, patron e fondatore del... Continua »

Scrivi un commento