Heinrich Himmler: ritratto breve della belva dietro l’Olocausto.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 12 maggio 2018 alle 19:10

La maledizione della grandezza è il dover inciampare nei cadaveri per creare nuova vita. Heinrich Himmler Quando si guarda a un ipotetico processo endosimbiontico di sopravvivenza del Male (cfr. 4.1), e poi alla parabola esistenziale di Heinrich Himmler, mano sinistra del diavolo nazionalsocialista, diventa davvero difficile non domandarsi: ma da quale profondo inferno, da quale dimensione grave, sono giunte queste due cellule impazzite che si sono nutrite l’una dell’altra pur di continuare ad esistere con il dichiarato scopo di annientare e distruggere l’ambiente che li circondava,... Continua »

Scrivi un commento