G7, Macron sogna una "supplenza europea" come ai tempi di Carter

da Estremo Occidente — 25 agosto 2019 alle 11:04

Quello che Macron sta cercando di fare qui a Biarritz, dal clima all'Iran, è un remake dell'asse franco-tedesco che a metà degli anni Settanta con Giscard-Schmidt fece le sue prove. A cominciare da quando il G7 era ancora un G5 (Italia e Canada vennero aggiunti dopo). Giamaica e Rambouillet furono le prime sedi, anno di nascita 1975: le prove generali di una governance globale in un periodo anche allora denso di turbolenze.
Allora c'era un'America non tanto sovranista o nazionalista quanto indebolita: la presidenza Carter dovette far fronte a shock petroliferi, caduta dello Scià e crisi...

Continua »

rampini_1

Scrivi un commento