Filosofia dell’anima – Quel libro: perché? E sui “cacciatori” di persone.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 12 settembre 2018 alle 18:07

  Per scrivere questo post necessitavo di silenzio, il silenzio che vive dentro di noi, non solo quello che penetra l’ambiente che ci circonda. Adesso mi pare quasi che riuscirò. Il fatto è che da qualche tempo convivo con una domanda che non mi da pace nella risposta che non riesco a trovare. La domanda è: quel libro, perché? No, non è di nuovo il “perché?” tecnico a cui tentavo di rispondere rispetto a Quantum leap, e di cui scrivevo sul sito solo pochi giorni addietro. Il “perché?” in questione riguarda “Sulla natura del male”: perché ho scritto quel libro?... Continua »

Scrivi un commento