Filosofia dell’anima – Dignitas e (In)Dignitas

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 27 febbraio 2017 alle 23:09

Oggi vorrei essere una cittadina svizzera. Ho appena visto uno spezzone del programma di approfondimento “Bianco e nero” (La7), dove si è presentato un tal Gandolfini, credo che si chiami così, che si è qualificato come medico, membro di una organizzazione italica di cui pure non so, ma forse chiamata “Family Day” o similare, il quale, con una naturalezza tutta sua, argomentava sul suo diritto “divino” (o di vino, non ne sono certa) a dirimere sulla mia vita e sul mio destino. Come ho già detto non so chi sia questo signore e non ho intenzione di andare a googlare il suo... Continua »

Scrivi un commento