E se avesse già vinto Kim?

da Estremo Occidente — 29 novembre 2017 alle 10:00

C'è una contraddizione fra l'estrema pericolosità dell'ultimo test (quest'ultimo missile potrebbe colpire il territorio continentale degli Usa e perfino la capitale Washington) e la moderazione con cui ha reagito Trump.
Una possibile spiegazione è la mancanza di opzioni: lo stesso Pentagono non ha mai veramente spinto per un "pre-emptive strike". Il viaggio in Asia deve aver convinto questa Casa Bianca che anche Giappone e Corea del Sud sono disposti a riarmarsi ma non vogliono che l'America colpisca per prima. Questo spingerebbe verso una direzione caldeggiata da molti esperti...

Continua »

rampini_1

Scrivi un commento