E allora Suslov?

da Quadernino — 14 luglio 2019 alle 8:15

Se solo per un attimo volessimo prendere sul serio l’argomento “e allora il Pci?” – variante storico-politica di quello che nei manuali di retorica classica è chiamato argomento dello “specchio-riflesso”, o “bacia-la-porta” – bisognerebbe far notare ai suoi sostenitori una conseguenza logica tanto ovvia quanto, evidentemente, trascurata. E cioè che il legame con Mosca, certificato ma non certo esaurito dai relativi finanziamenti, è proprio la ragione per cui, nonostante prendesse assai più voti della maggior parte dei partiti di governo, il Pci al governo non ci...

Continua »

Scrivi un commento