Corea, tra inganni e illusioni

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 26 febbraio 2019 alle 7:58

di Michele Marsonet. Tra alcune ore Donald Trump e Kim Jong-un si vedranno per la seconda volta nello spazio di pochi mesi e, com’era lecito attendersi, l’attesa per l’incontro è grande. Si dice che il tycoon newyorkese voglia sfruttare l’occasione per puntare addirittura al Nobel per la pace e, tenendo conto del suo ego smisurato, la notizia non è poi così priva di fondamento. D’altro canto anche il giovane leader di Pyongyang sta giocando le sue carte. Mira a diventare, dopo essere stato definito “rocket man” dal suo interlocutore, un “uomo di pace”, colui che... Continua »

Scrivi un commento