Confessioni del “giovane” Renato Pierri: se fossi un prete sarei un gran peccatore…

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 5 dicembre 2018 alle 14:29

di Renato Pierri. Ma sì, recitando la messa non penserei a Gesù ma a quella bella donna nel banco laggiù. Mi distrarrei troppo facilmente se fossi un prete nel confessionale, se la bella donna venisse a confessarsi da me e attraverso la grata mi giungesse il profumo della sua pelle, la luce dei suoi occhi, la musica del suo sorriso. Eh, sì perché certamente troverei il modo di farla sorridere,  le direi che i suoi peccati sono troppo piccoli per essere confessati, per essere perdonati, insomma, davanti a tanta bellezza, sarei più portato a dare l’assoluzione. Più portato a dare... Continua »

Scrivi un commento