Complotti con i “gas nervini” for dummies: cosa succederebbe se….

da Rischio Calcolato — 20 aprile 2017 alle 0:03

Concludo la mia trilogia di articoli sulla strage di Idlib, qui la prima (1) e la seconda parte (2). Adesso volgiamo la mente oltreoceano, negli Stati Uniti, e immaginiamo di essere il preparatore ipotetico, il “cervello” di una organizzazione che volesse effettuare una strage con il gas negli Stati Uniti.

Che l’attacco sia effettuato per conto di frange deviate del governo Usa – come sarebbe più probabile – o da governi stranieri (Ho detto Israele? Io no di certo) o da fanatici islamisti non conta, quello che conta è il risultato: morti, tanti morti, per compiacere le voglie...

Continua »

Scrivi un commento