Chi ha ucciso il giornalismo italiano? Il caso del Professor Grasso azzerato da Gianluigi Paragone

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 10 marzo 2019 alle 15:47

Uno dei tanti benefici che ho tratto dall’essermi messa a studiare il giornalismo italiano molto da vicino è stato senz’altro quello di ritrovare la pace dell’anima rispetto al problema dell’epocale emergenza mediatica che interessa il Paese. Cioè ora ho capito, perché ho avuto modo di verificare cause e concause del pernicioso status quo, che quando si parla del contesto informativo italiano, costrutti come “giornalismo moderno e libero” non dovrebbero neppure essere tirati in ballo, perché chi lo fa sta scrivendo o sta dicendo una boiata, ma soprattutto mostra... Continua »

Scrivi un commento