Apologia dei “Fratelli di Crozza” e di uno stratosferico Maurizio Crozza. Dall’elogio agli imprenditori che hanno saputo dire NO a Renzi alla sferzante satira sul giornalismo italiano di destra e… di sinistra.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 5 marzo 2017 alle 21:54

Non sono riuscita a vederla in diretta venerdì scorso, ma per nulla al mondo mi sarei persa la replica domenicale della prima puntata dei “Fratelli di Crozza”, il nuovo programma satirico di Maurizio Crozza in onda sul Canale Nove. A sentire lo stesso comico genovese, egli avrebbe accettato l’offerta di Discovery anche perché una delle manager, tal Marinella Soldi, avrebbe saputo dire NO a Renzi quando l’ex-Premier le propose di occuparsi di mamma Rai; poi Crozza si è detto disposto a seguire chi sa dire di No a Renzi pure in capo al mondo. Non è il solo. Sebbene non conosca... Continua »

Scrivi un commento