Ancora sangue a Hong Kong

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 8 novembre 2019 alle 5:03

di Michele Marsonet. Continua l’escalation della violenza a Hong Kong, anche se l’opinione pubblica internazionale sembra ora meno interessata a quanto accade nella ex colonia britannica. Dopo il ferimento di alcuni dimostranti da parte della polizia locale, un episodio molto grave si è verificato due giorni orsono. Junius Ho, deputato al parlamento di Hong Kong e leader, con la governatrice Carrie Lam, della fazione filo-cinese, è stato accoltellato al petto da un giovane indipendentista mentre parlava a un comizio elettorale. Le immagini dell’aggressione sono impressionanti. Si... Continua »

Scrivi un commento