4 marzo 2018, cambiamo l’Italia (87) – Sulla nuova deriva maleducata del “genio” Berlusconi: ma è questa la tipologia di leader nelle cui mani vogliamo mettere l’Italia? E sulla Flat Tax ad Hong Kong nel 1957.

da ROSEBUD – Arts, Critique, Journalism — 22 febbraio 2018 alle 14:12

In passato, anche a voler credere alle peggiori accuse che venivano lanciate al politico e imprenditore Silvio Berlusconi, almeno avevamo certezza che il signore di Arcore fosse un leader vero, degno di questo nome. A farcelo capire era la sua abitudine a tirare avanti per la sua strada, a non raccogliere mai le pesanti nefandezze che gli venivano lanciate contro (e, da questo punto di vista, bisogna riconoscere che Berlusoni ha forse il primato mondiale di offese ricevute), a non querelare a destra o a manca come fanno i leaderetti qualsiasi, e soprattutto a non abbassare mai il livello... Continua »

Scrivi un commento